BEST OF,  Consigli,  Relazione

Il cane passa per secondo

.
Uno dei punti fondamentali su cui tende a basarsi il rapporto uomo -cane è l’ordine gerarchico. Riuscire ad apparire agli occhi del nostro cane come gerarchicamente superiore è un risultato importante.

Ma, ancora piú importante è che i messaggi che inviamo con il nostro comportamento non siano contradditori tra di loro… Se ad esempio ci eleggiamo a capobranco e poi non sappiamo gestire le situazioni, urliamo di continuo, siamo nervosi… Perché mai un cane dovrebbe mettere la propria sopravvivenza nelle nostre mani?

Detto questo, ecco un piccolo consiglio per porre rimedio ad un errore comunissimo che risulta essere un messaggio contraddittorio per il cane.
Ricordate, siete voi il capo, la responsabilità di tutto è vostra, siete voi la guida…. E in quanto guida voi passate sempre per primi!

Avete presente quando dobbiamo passare tra due macchine parcheggiate, passate per primi!

Quando dobbiamo entrare in casa, passate per primi!

Due situazione tipiche nelle quali se ci pensate bene tendiamo a far passare per primo il cane, è un gesto inconscio, ma cosi facendo gli stiamo dicendo “Guidaci tu!”
… E fidatevi se un cane ha la possibilità di aumentare la propria autorità coglie al volo l’occasione!

Mi raccomando, ricordatevi, il cane passa per secondo!

6 commenti

  • Giovanna

    quello che affermi è vero ma va ovviamente vissuto con flessibilità infondo se capita che Alì passi per primo lo lascio andare. C'è anche un nuovo filone della cinofilia italiana ed internazionale che sta sconvolgendo queste regole affermando che la leadership non passa attraverso certe pratiche e che tutto ciò che abbiamo sempre letto è obsoleto, il guaio è che non diffondono i nuovi orientamenti! Tutto si paga e a caro prezzo anche la conoscenza!
    😉

  • Mattia Marasco

    Ovviamente ogni consiglio deve essere sempre preso con le pinze e contestualizzato alla situazione e soprattutto al cane!!
    Sono regole di massima, per orientarsi minimamente nel rapporto col cane!… purtroppo è un settore talmente "nuovo" che le teorie e le scoperte fanno presto ad invecchiare!

  • Mattia Marasco

    Beh dipende un po’ dalle circostanze, ad esempio, io prima di entrare in casa, mi fermo, lo faccio sedere e gli dico di aspettare (chiaramente a monte lui deve aver imparato già il seduto e il resta) entro io e poi gli dico vieni.
    All’inizio però mi fermavo a basta e con l’aiuto del guinzaglio facevo in modo di passare prima io, poi col tempo gli ho insegnato a sedersi davanti alla porta.

  • agnese

    Ciao Mattia,
    approdo sul tuo blog per la prima volta ora, mentre cerco consigli su come migliorare l’educazione del mio giovane cane. Non ci sono molti problemi in realtà, tira un pò in passeggiata e in ambienti con molta gente e cani si distrae spesso, ma immagino sia comprensibile dal momento che ha appena 8 mesi! Risponde al richiamo, conosce i fondamentali e sto cercando di insegnargli a non precedermi, almeno davanti le porte e nei passaggi stretti. Certo è che tirando mentre cammina per forza di cose mi sta spesso davanti e non so proprio come correggerlo. D’altronde mi accorgo che quando è sciolto e camminiamo mi segue sempre, a volte mi precede di pochi metri e poi Si ferma ad aspettarmi.
    lo trovo un comportamento “piacevole” ma in effetti, mentre scrivo, mi viene in mente che il suo potrebbe essere un atteggiamento più di complice se non addirittura di leader nei miei confronti… sbaglio? Dovrei correggerlo ogni volta che mi supera?
    Continuerò la mia lettura 🙂
    Agnese

    • Mattia Marasco

      Ciao Agnese!
      sulla base della mia esperienza personale ti posso dire che finchè il proprio peloso è giusto pretendere ma neanche troppo perchè si ottiene l’effetto contrario… 8 mesi.. se si distrae è comprensibile!! 🙂

      Il fatto di passare per primi è un consiglio in linea generale, spesso molte “attenzioni educative” variano da caso a caso; ti potrei semmai di non correggerlo esplicitamente, quando stai per avvicinarti ad un passaggio stretto (se al guinzaglio) non dire niente ma fallo rallentare e poi passi te per prima, ma con molta serenità, senza strattoni o comandi vocali. Comincia a far così tutte le volte potrebbe aiutarlo a fargli capire la situazione generale.

      Perchè non prova la pettorina “Easy Walk Pro” della Trixie mi pare… in parte è autocorrettiva e in alcuni casi è davvero efficace.

      Non mi fascerei troppo la testa comunque… specialmente se è una razza “da caccia”… in natura coprire più territorio possibile è fondamentale per la sopravvivenza.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.